Immagine  Ad un tiro di schioppo da Vizzini caratteristico centro in provincia di Catania sorge, ancora ben visibile, l’antico borgo della Cunzirìa. Il posto non si trova certo al passaggio di grandi vie di comunicazione ma, se pur “nascosto” è particolarmente noto agli appassionati di letteratura; qui infatti Giovanni Verga ambientò la scena principale del suo grande capolavoro Cavalleria Rusticana. Un ambiente agreste impregnato di sicilianità quello di questo vecchio borgo che deve il suo nome al fatto che nel posto fosse particolarmente sviluppata la concia delle pelli e che quindi tutto il territorio veniva considerato una vera e propria conceria. “Ammazzaru a Cumpari Turiddu”, questo il disperato grido che ancora oggi pare risuonare alle orecchie del visitatore tra i vecchi ruderi e gli assolati sentieri, seminascosti da rigogliosi fichidindia; qui infatti Cumpari Alfio dopo avere accecato il suo avversario con una manata di terra sferrò l’ultima coltellata che mandò Turiddu al Creatore. – E’ La storia di un delitto d’onore d’altri tempi che ha reso famoso questo Borgo da tempo oggetto di attenzioni per un  concreto progetto di recupero e di tutela. –  La zona va ben la pena di essere visitata soffermandosi anche sul vicino paese di Vizzini ma anche  a Licodia Eubea o Grammichele tutti centri facilmente raggiungibili  attraverso la SS124 o 514.