di Nando Cimino

 
 Se consideriamo che il numero dei suoi abitanti non raggiunge nemmeno i 1500, verrebbe veramente da pensare che a Sutera le chiese, oltre quindici, siano più delle case. In effetti questo delizioso borgo in provincia di Caltanissetta è anche conosciuto per il cospicuo numero dei suoi luoghi di culto, molti dei quali ancora in funzione, ed al cui interno si conservano numerose opere d'arte. Tra quelli che vi consiglio di visitare c'è sicuramente il panoramico santuario dedicato a San Paolino che si trova in cima ad una roccia gessosa a circa 820 metri di altezza; qui, dentro due antiche urne, sono ancora conservate le reliquie del santo insieme a quelle di altri due compatroni del paese ovvero S. Onofrio e S. Archileone. Interessante da visitare è anche la chiesa di S. Agata che si trova invece nel centro abitato e che, se pur successivi rimaneggiamenti ne hanno cambiato l'originario aspetto, è comunque una delle più antiche; essendo stata edificata nel XV° secolo. Al suo interno si conservano ancora oggi numerose statue e dipinti che val ben la pena di vedere. La cittadina che fa parte del circuito dei borghi più belli d'Italia è di impianto medievale e si trova a circa 100 Km. da Palermo; e poi, cosa che in tanti non sanno, vi è nato anche Francesco Salomone, unico siciliano che nel febbraio del 1503, “appena” 515 anni fa, insieme ad Ettore Fieramosca partecipò alla storica disfida di Barletta.
 
Foto di Filomena Callari