SIRACUSA – Due medici dell’ospedale di Siracusa sono indagati per la morte di una donna, che a luglio del 2017 si suicidò lanciandosi nel vuoto da una finestra del pronto soccorso.

La donna, 48 anni, era stata ricoverata dopo aver ingerito candeggina grazie al figlio che si accorse in tempo dell’accaduto e chiamò i soccorsi. Poco dopo il ricovero la paziente si lanciò da una finestra della struttura morendo dopo 8 ore.

Un esposto del fratello della donna ha fatto aprire un fascicolo alla procura di Siracusa e a due medici sono stati notificati avvisi di conclusione delle indagini con l’ipotesi di reato di omicidio colposo.