SIRACUSA – Un 26enne di Siracusa, Adalberto Alonge, si trova ai domiciliari dopo essere stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti e lesioni nei confronti della sua ragazza. La giovane, dopo un violento litigio scoppiato alle due di notte dell'8 marzo, aveva trovato rifugio in una casa, dove è stata trovata dai carabinieri. Un passante aveva sentito le urla nel corso del diverbio e aveva contattato il 112. 

Il giovane aveva raccontato che la ragazza si era allontanata volontariamente, facendo perdere le proprie tracce, ed è iniziata così la ricerca: dato che la giovane aveva fatto abuso di alcol, si temeva per la sua incolumità. All'alba di ieri sono iniziate anche le ricerche con l'elicottero della Capitaneria di Porto, mentre una squadra del Ris di Messina ha effettuato un sopralluogo nella casa di Ortigia dei due fidanzati.

La ragazza, che si era allontanata dal fidanzato violento, è stata trovata in un'abitazione della zona Pizzuta, in passato abitata da alcune amiche, che aveva raggiunto a piedi. Portata in ospedale, è stata accompagnata presso la "Stanza dell'ascolto", dove è stata ascoltata dal magistrato. Gli episodi di violenza sarebbero stati ripetuti nel tempo e quello dell'8 marzo sarebbe stato soltanto uno dei tanti.