“Siamo abbandonati da tutti. I malati di Sla in Sicilia, così come nelle altre Regioni italiane sono destinati a morire”. La denuncia è di Giulia Bonaffini, moglie di Pompeo Siracusa, un uomo di 64 anni di Caltagirone che ogni giorno combatte contro una malattia per la quale ancora non esiste una cura, la Sla (Sclerosi laterale amiotrofica). Il marito, Pompeo, malato ormai da 3 anni,  si scontra ogni giorno con i disservizi della sanità regionale che, secondo quanto riferito dalla signora “non riesce a garantire adeguate cure ai malati di Sla”  a causa della mancata erogazione dei fondi statali e regionali per i pazienti.

[Continua la lettura dell’articolo]