luca_parmitano-300x199Ultime giornate d’intenso lavoro per l’astronauta italiano Luca Parmitano a bordo della stazione spaziale internazionale prima del suo rientro sulla Terra, previsto per la mattina di lunedi’. Il 37enne cosmonauta siciliano di Paterno’, oltre a compiere una serie di importanti esperimenti scientifici anche nel campo della medicina, in questi giorni sta organizzando quanto e’ necessario per le operazioni di distacco dalla sua navicella dalla Iss. Ma sta anche predisponendo l’arrivo della torcia olimpica di Sochi 2014. Infatti insieme all’attuale comandante della stazione spaziale, il russo Fyodor Yurchikhin, l’astronauta italiano sta lavorando all’appuntamento, previsto per giovedi’, con la Soyuz TMA-11A che portera’ a bordo la torcia delle Olimpiadi invernali. Cio’ significa delocalizzare la Soyuz TMA-09M, con la quale avevano raggiunto lo spazio il 29 maggio scorso, dal modulo Rassvet alla porta del modulo di servizio Zvezda. Lo spostamento, al quale partecipera’ anche l’americana Karen Nyberg (anch’essa come Parmitano ingegnere di volo), e’ previsto duri 24 minuti. La navicella spaziale, che decollera’ dal cosmodromo russo di Bajkonur nella steppa kazaka e che portera’ dopo un viaggio di sei ore nello spazio il russo Mikhail Tyurin, l’americano Rick Mastracchio e il giapponese Koichi Wakata, ha una livrea speciale. Infatti, sulla parte superiore e sui booster sono stati applicati gli adesivi del logo dei Giochi olimpici invernali. Con l’arrivo dei tre nuovi astronauti per l’inizio dell’Expedition 38/39, sara’ eguagliato il record di ‘abitanti’ sulla Iss, ben 9, senza il supporto di uno Space Shuttle. Era dal 2009 che non accadeva. Attualmente oltre a Parmitano, Yurchikhin e Nyberg, sulla Iss ci sono anche l’americano Mike Hopkins ed i russi Oleg Kotov e Sergey Ryazanskiy. Tocchera’ a quest’ultimi due far ‘volare’ la torcia nello spazio nell’attivita’ extraveicolare del giorno 9. Si trattera’ di un momento storico mai avvenuto in precedenza. Nel frattempo la Nasa ha confermato il programma di rientro sulla Terra della navicella con a bordo Parmitano. Alle ore 14,30 (le 20,30 italiane) di domenica 10 inizieranno le operazioni. Prima festa di saluto e passaggio di comando della Iss, quindi chiusura delle botola. Lo sgancio avverra’ alle 18 (EST, la mezzanotte italiana). L’atterraggio sara’ alle 9,50 nei pressi della citta’ di Dzhezkazgan, in pieno deserto del Kazakistan. Gia’ in serata Parmitano dovrebbe atterrare a Mosca all’aeroporto Chkalovsky che serve lo storico centro spaziale di Star City.