Immagine        Ormai i divorzi sono all’ordine del giorno, praticamente non fanno più notizia; ma spesso sono purtroppo motivo di discussioni e liti se non addirittura di tragedie e delitti. Perché quindi per stemperare la tensione non farne un momento di “allegria”?  Prima di ricorrere quindi al divorce planner ed agli avvocati vi propongo dei simpatici versi in dialetto siculo che volendo potreste mettere in un bel bigliettino da recapitare al vostro lui o alla vostra lei o magari, con un pò di faccia tosta,  declamarli direttamente in una bella festa d’addio.   Ovviamente non do garanzie sul risultato o su eventuali conseguenze!

 

Da uomo a donna

1

Bedda  mi cadisti di lu cori,
comu  panaru di mènnuli amari,
ti nn’hajiu a dari assà peni a ssù cori
p’anzina ca ti fazzu mpustimari.

2

Du cori mi cadisti  minzugnera

ca dispiaciri mi nna datu ogn’ura

spirisci a quattru peri e alluntaniti di ccà

quantu cchiù nun vidu a ttia ne a ddà buttana di tò mà.
 

Da donna a uomo

1

Ormai ti livaiu di la menti

e la tò facci nun vogghiu cchiù guardari

vatinni pa tò strata gran fitenti

ca ‘ntà lu lettu hajiu ggià l’amanti.

 

2

 

Assai ta suppurtatu cosa tinta

ca d’amarimi facevi sulu finta,

ormai grapiu l’occhi finalmenti

e dugnu lu me cori a cu nun menti.