Si continua a parlare della statua di San Filippo che suda ad Agira, in provincia di Enna. Tanti fedeli gridano al miracolo, ma la Curia si mantiene cauta sull'argomento. Nel frattempo, la notizia sta facendo il giro dell'Italia ed è anche finita sulla tv nazionale, a Pomeriggio Cinque: il talk show pomeridiano è andato a intervistare un gruppo di fedeli: "Posso dire questo, vengo sempre in chiesa, tutti i pomeriggi – ha raccontato una signora che ha assistito all'evento – quella mattina ho pensato di andare in chiesa e non ho trovato nessuno. C'ero solo io. Sono andata prima del sacramento, ho fatto la visita a Gesù, poi sono andata all'urna di San Filippo. Uscendo dalla chiesa ho fatto il segno della croce, ho visto Padre Giuseppe e sono entrata: c'erano una suora e altre persone e pregavano. E io pregavo con loro, ma non vedevo niente, non guardavo San Filippo – ha ricordato la testimone –  mi hanno detto 'Maria, guarda come sta sudando San Filippo', ho alzato gli occhi ed era tutto bagnato".

Tanti sono pronti a testimoniare di aver visto la statua di San Filippo che suda: "Sono andato in sacrestia, vaso spesso in chiesa poiché abito molto vicino e ho visto san Filippo. Ho visto una cosa straordinaria, un evento straordinario, un rigagnolo che passava dalla fronte", dice un testimone a Pomeriggio 5 – era bagnata la parte sinistra del volto di San Filippo. Non è un miracolo, si tratta di prodigio, il miracolo è un'altra cosa".

La statua di San Filippo che suda: nominata una commissione

A quanto pare, il fenomeno si è già verificato qualche tempo fa, ma è stato tenuto nascosto. Nel frattempo, il vescovo di Nicosia, monsignor Salvatore Muratore, ha nominato una commissione per tentare di capire cosa stia davvero accadendo. Il monsignore ha invitato tutti a mantenere la massima cautela, affermando che il caso "esige prudenza". Si attendono nuovi sviluppi della vicenda.