Il giorno di Natale si avvicina e le case sono già addobbate a festa. Quanti hanno in casa una stella di Natale o del vischio, però, devono fare attenzione, soprattutto se vivono con amici a quattro zampe. La classica stella, infatti, uno dei simboli delle festività, è potenzialmente tossica per cani e gatti, se ingerita o anche solo masticata. A creare la reazione è la linga, che contiene euforboni, alcaloidi e triterpeni.

Meglio dunque evitarla se si vive con animali domestici o non tenerla alla loro portata. I sintomi dell’eventuale contatto sono irritazione delle mucose dell’apparato digerente, gonfiore e bruciore sulla lingua e bocca, irritazione degli occhi (più grave), congiuntivite-lacrimazione, dermatiti con vescicole, vomito, diarrea, tremori diffusi. Non è, comunque, letale.

Il vischio, invece, è decisamente più pericoloso: l’ingestione delle bacche, infatti, può provocare atassia (movimenti scoordinati), salivazione eccessiva, midriasi (dilatazione della pupilla dell’occhio), vomito, diarrea, poliuria, dolori addominali. Se non si interviene in modo tempestivo, c’è rischio di morte. In caso di sospetta ingestione di vischio da parte del proprio amico a quattro zampe, contattate immediatamente il veterinario.