SANTA CROCE CAMERINA – Si chiamava Adele Puglisi, aveva 54 anni ed era una manager della sede Artsana a Dacca. Doveva rientrare a Catania tra ieri sera e oggi, ma non vi ha fatto ritorno: è stata uccisa dai terroristi, prima di partire dal Bangladesh per la Sicilia. La famiglia, a Santa Croce Camerina, rimane adesso chiusa in un profondo dolore: nella casa di Punta Secca, il Comune ha issato le bandiere a mezz'asta e continuano ininterrottamente le visite di parenti e amici.

Adele Puglisi non era sposata e non aveva figli Il sindaco di Catania e presidente dell'assemblea nazionale dell'Anci, Enzo Bianco, ha proclamato per oggi il lutto cittadino: bandiere a mezz'asta saranno esposte negli uffici pubblici anche in altri Comuni siciliani. «L'Anci Sicilia manifesta solidarietà e vicinanza ai familiari delle vittime della strage e condanna la follia di chi vuole distruggere la nostra vita quotidiana», dice Leoluca Orlando, presidente dell'Anci Sicilia, che invita gli amministratori siciliani a issare le bandiere nei palazzi comunali.