"Scioccato ma salvo. I miei pensieri ora vanno a chi non è stato fortunato come me": con queste parole Gabriele Cutrano, noto DJ siciliano che da anni vive a Londra, ha rassicurato parenti e amici. C'era anche lui all'interno della discoteca messicana Blue Parrot, divenuta teatro di una strage nella notte tra sabato 15 e domenica 16 gennaio. «Abbiamo sentito gli spari – ha detto a 98zero.com – e ci siamo messi al riparo. Purtroppo abbiamo anche visto 3 o 4 persone a terra ferite ma abbiamo tentato di metterci in salvo senza capire cosa stava succedendo».

Sono stati momenti drammatici quelli a Playa del Carmen: un uomo ha fatto irruzione nel club Blue Parrot, sparando all'impazzata e tra le vittime c'è anche l'italiano Daniel Pessina. Le altre quattro vittime sono un colombiano, due canadesi e una donna di cui non è stata fornita la nazionalità. Quest'ultima è stata travolta dalla folla in fuga. Tutto è accaduto alle 2.30,al culmine del più famoso e seguito festival di musica elettronica dei caraibi, il BPM.