01Targa System è il nuovo strumento a disposizione della Polizia Stradale per verificare le infrazioni. Si va dall’RCA al bollo, fino alla mancata revisione. Da settembre 2015 in tutta Italia.

Si è tanto parlato in questi mesi della possibilità che la Motorizzazione potesse essere in grado d’ora in poi, di far recapitare a tutti gli automobilisti, le multe a casa per mancata revisione del veicolo. La paura era iniziata quando aveva preso il via anche il processo di informatizzazione dei documenti degli uffici, ovvero nel 1999. Ma la multa automatica non arriverà dai terminali basati sul protocollo informatico MCTCNet2, che invece servono per la prenotazione della revisione.

Una volta effettuato il controllo del veicolo, il risultato verrà infatti notificato in via telematica alla Motorizzazione, che provvederà a far stampare e inviare ai conducenti, il tagliando da apporre alla carta di circolazione. La multa verrà dunque applicata solo se il veicolo dovesse risultarne sprovvisto ad un controllo su strada; ed è qui che si fa largo Targa System, perché il programma è infatti in grado di rilevare, a distanza, chiunque stia infrangendo il Codice della Strada.

Quindi non saranno più necessari i posti di blocco dei Vigili con paletta e divisa, basterà una telecamera; un occhio elettronico che scruterà attentamente le targhe degli autoveicoli, e che tramite un collegamento ai database del Ministero dell’Interno o della Motorizzazione, saranno in grado di informare il gruppo di pattuglia più vicino, di quanti e quali sono i possessori dei veicoli in mora. Nel suo giorno di debutto per le vie di Ciampino, il nuovo sistema ha già colto in flagrante ben 36 persone, fermate perché in stato di circolazione con assicurazione scaduta e altre 48 per mancata revisione dell’autovettura; un risultato che Targa System ha collezionato in sole due ore di attività.

100 le multe, 600 gli automezzi controllati; basta un solo secondo per essere individuati dalla telecamera, che in un batter d’occhio invierà tutte le informazioni necessarie al Vigile in servizio, sul suo portatile. Impossibile scampare alla sanzione: qualora il proprio veicolo non venisse fermato, la multa verrebbe recapitata direttamente a casa.
Targa System è un progetto dell’azienda bolognese Europa Azzaroni, ed è pressocché perfetto. È in grado di lavorare anche di notte e in condizioni di scarsa visibilità, come ad esempio nei luoghi generalmente interessati dai banchi di nebbia o nelle giornate di pioggia intensa.

Le foto scattate riguardano anche altri veicoli della black-list stradale: autovetture furtate ma anche mezzi di trasporto sottoposti a fermo amministrativo; e correre non serve, perché Targa System cattura anche le targhe dei mezzi lanciati a oltre 90 chilometri orari. Previsti ben 841 euro di multa, da notificare a chi circola con assicurazione scaduta, e 168 euro per chi non ha portato il proprio veicolo al controllo biennale (dopo 4 anni, la revisione è prevista solo per i neopatentati); salgono a 4 cifre invece le sanzioni per chi circola su veicoli sottoposti a sequestro: previsto un versamento della bellezza di 1.998 euro.

Autore | Enrica Bartalotta