Studiare la vita su Marte? Ci pensa un ingegnere di Gela

Si chiama Chiara Cocchiara è un ingegnere aerospaziale di 27 anni, orgoglio italiano, ma soprattutto siciliano. A 27 anni, fa parte dello staff internazionale di ingegneri mandati nel deserto del gran lago salato dello Utah per una missione speciale, ricreare la vita su Marte. 

Sembrerebbe infatti che in quella lingua di deserto ci sarebbero le condizioni ideali (forse simili o uguali) a quelle del pianeta rosso e, per questa ragione, uno staff internazionale di sei esperti è partito portando avanti la missione.

Conosciamo Chiara Cocchiara

Chiara dopo la maturità classica si è trasferita a Pisa dove ha conseguito la laurea. La prima di tante lauree; si perché Chiara di lauree ne ha conseguite quattro, nonostante la sua giovane età.

Nella missione nel deserto dello Utah, Chiara ha un compito ben definito, è l'ingegnere del gruppo. La siciliana sarà la responsabile del mantenimento di tutte le funzioni dell'abitacolo in cui i componenti vivranno e svolgeranno i vari step degli studi scientifici utili alla sperimentazione. I sei vivranno in un abitacolo simile a quello che potrebbe giungere su Marte e le condizioni sono quelle di una missione simulata. Proprio come avviene nello spazio.

IL SOGNO DI CHIARA
Il suo sogno è quello di diventare astronauta e – vista l'esperienza – ce la sta mettendo davvero tutta. La giovane siciliana  è ad un passo dal suo sogno ma le piuacerebbe – prima o poi – lavorare in Sicilia. Chiara porta Gela nel cuore infatti più che l'America sogna un lavoro in Europa che le consentirebbbe comunque di tornare spesso nel suo paese natale.