Un tassista abusivo egiziano di 61 anni è stato arrestato dai carabinieri per aver violentato una ragazza di 20 anni, dopo averla caricata davanti a un noto locale della movida di Milano.

L'episodio è avvenuto lo scorso 16 giugno: la giovane, dopo aver trascorso la serata con alcuni amici, ha preso il taxi irregolare per tornare a casa e solo al suo risveglio si è accorta di essere stata violentata dall'uomo, che aveva approfittato della sua ubriachezza.

"Questa volta la corsa è gratis": questa è la frase che il tassista abusivo ha detto alla studentessa quando ha tentato di pagare la corsa. La ragazza aveva il numero di telefono dell'uomo perché altre volte era stata accompagnata a casa, ma sempre in compagnia di altre persone

In quell'occasione, però, era sola e molto ubriaca, al punto da ricordare solo l'indomani alcuni frammenti della notte, tra cui la frase che il tassista le ha detto portandola a casa.

La violenza è avvenuta in un parcheggio poco distante dall'appartamento. Fondamentale per le indagini sono stati i tabulati telefonici e gli esiti (risultati positivi) dei test del dna sulla vittima e sulla maglietta.