In una remota località del Perù, la 75enne Teodora Quispe Ccayllahua è stata barbaramente uccisa durante un rituale satanico. La polizia l'ha trovata in un lago di sangue. I responsabili sono i tre figli Aurelia Quispe, Percy Quispe e Marcelina Suane, che hanno ucciso l'anziana dopo averle strappato gli occhi e tagliato l'intestino. I giornali locali, ripresi da vari tabloid in tutto il mondo, riferiscono che i fratelli hanno subito confessato l'omicidio e sono stati arrestati. Rischiano l’ergastolo.

I 3 avrebbero pianificato il delitto nella notte di sabato 14 luglio nell’ambito di una sorta di rituale di guarigione in cui una persona cara doveva essere sacrificata al diavolo. Il commissario di polizia incaricato del caso ha spiegato che durante la cerimonia una delle sorelle "ha strappato gli occhi dell’anziana" e poi "ha tagliato con un coltello alcuni organi interni". Alcune parti del corpo sarebbero state gettate in uno stagno vicino mentre nell’aria riecheggiavano invocazioni demoniache.

La più giovane dei tre era la mente della banda. Lei stessa ha ammesso di aver convinto i suoi fratelli a compiere il sacrificio umano dopo avere fatto "uno strano sogno, in cui ho sentito che ero stata scelta". Subito dopo l’arresto la ragazza ha detto: "Il Maestro dell'Oscurità me l’ha ordinato, il Re dei demoni è già con noi, noi siamo più numerosi e ogni giorno diventeremo più grandi". Un vero e proprio delirio descritto con dovizia di particolari dai media.