01Come è possibile esser pagati meno eppure guadagnare uguale?
Semplice!
Si fingono dei tagli e poi spuntano degli incentivi d'oro.
I media ovviamente passeranno la notizia dei risparmi e dei sacrifici fatti dai nostri generosi politici, ma nessuno andrà poi a controllare quanto resti nelle loro tasche a fine anno.

E' così quindi che, dopo una proposta dei sindacati, si prevede di tagliare gli stipendi attuali dei dipendenti dell’Ars, circa 220 e per un totale di 50 / 60 mila euro netti all’anno in media per ciascuna categoria.

Fermi tutti!
In ogni caso la proposta per il momento non è stata accettata.
Quindi in pratica non è avvenuto nessun taglio.

Però i vertici dell’Ars e i rappresentanti dei dipendenti torneranno a incontrarsi venerdì per mettere a punto le tabelle retributive al tempo della spending review.

 

[Nota] Ad agosto, se ricordate, si era introdotto un tetto massimo da 240 mila euro per il segretario generale, la figura di rango più elevato che in passato arrivava a guadagnare anche più di 500 mila euro all’anno.
 

Paolo Ruggirello, capo dei deputati questori, ha illustrato il progetto della presidenza dell’Ars: «In questo momento la Camera e il Senato stanno riscrivendo le loro tabelle retributive. Noi potremmo partire da quelle e verificare poi se sia necessario qualche aggiustamento»; «A Roma uno stenografo potrà guadagnare al massimo 172 mila euro netti mentre all’Ars oggi si può arrivare anche 235 mila considerando scatti di carriera e bonus. Dunque ci sarebbe un taglio notevole»; «Tecnici della Camera e segretari del Senato avranno un tetto da 166 mila euro mentre all’Ars oggi si può arrivare a circa 200 mila. I coadiutori a Roma non potranno superare i 115 mila mentre oggi a Palermo possono raggiungere i 170 mila. I collaboratori tecnici di Palazzo Madama avranno un tetto da 106 mila euro e noi oggi eroghiamo invece fino a 148 mila euro.

Infine, gli assistenti del Parlamento nazionale non potranno guadagnare più di 99 mila euro ma quelli siciliani oggi raggiungono in alcuni casi i 142 mila».

Nel frattempo, sempre a ROMA, compaiono incentivi d'oro.
 

Autore | Viola Dante » seguimi su facebook ♥