Uno spazio di sperimentazione teatrale, di contaminazione e di ‘imbastardimento’ fra diverse forme artistiche, fonti di ispirazione e modi di interpretare vecchio e nuovo.

Ritorna a Palermo dal 7 al 23 ottobre il Teatro Bastardo, il festival dedicato alla ricerca e ai linguaggi ibridi, come sempre disseminato in spazi diversi della città: Cantieri culturali alla Zisa, Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Goethe-Institut e Dudi libreria per bambini e ragazzi, in risonanza con le realtà attive nel tessuto sociale e culturale cittadino.

Ma non solo: quest’anno Teatro Bastardo approda anche all’Arenella, grazie alla nuova collaborazione con l’Associazione Pro Arenella. Per il triennio ’22-’24 porta la firma di Giulia D’Oro e Flora Pitrolo, curatrice delle arti performative attiva tra l’Italia e la Gran Bretagna, e studiosa dello sviluppo della performance sperimentale in chiave interdisciplinare, in sinergia soprattutto con la musica popolare e con le arti visive.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia