Un uomo di 42 anni di origini tunisine è stato arrestato a Mazzarrone per tentato omicidio aggravato. Il 42enne, al termine di un litigio per motivi legati alla gelosia, ha prima colpito a calci e pugni la moglie, provocandole delle lesioni guaribili in giorni, cospargendole poi il viso e il capo con alcol etilico, con l'intenzione di darle fuoco. 

L'esagitazione e la vista offuscata dal liquido infiammabile, con il quale si era cosparso anche egli, gli hanno impedito di recuperare gli accendini che gli servivano per portare a termine l'intento criminoso. Pare che l'uomo avesse una relazione con un'altra donna. 

La vittima dell'aggressione ha denunciato tutto ai carabinieri, che hanno ricostruito quanto accaduto. Le prove acquisite dai militari sono state accolte dal giudice che ha disposto l'arresto dell'uomo e la reclusione nel carcere di Caltagirone.