Ram Lubhaya, l'indiano accusato del tentato rapimento di una bimba di 5 anni a Scoglitti, sarà trasferito in un Centro di Identificazione ed Espulsione. Il vicequestore vicario di Ragusa, Nicola Spampinato, ha firmato il provvedimento. Lubhaya era già destinatario di un decreto di espulsione che stava per scadere: adesso, il ministero dell'Interno dovrà indicare la scelta della struttura.

Il 43enne, pregiudicato e senza fissa dimora, ha nel frattempo sporto querela contro chi lo avrebbe minacciato di morte nei giorni scorsi: agli agenti del commissariato di Polizia di Vittoria ha raccontato che, mentre si trovava alla fermata del capolinea dei pullman di Scoglitti, un giovane alla guida di uno scooter gli avrebbe gridato "Ti ammazzo", mimando con le dita l'atto di tagliargli la gola.