Mohamed Abrini, uno dei principali ricercati per le stragi di Parigi, è stato arrestato. Lo rende noto la tv belga Vrt. Era l’ultimo latitante degli attacchi dopo l’arresto di Salah Abdeslam. Su di lui la polizia belga aveva emanato un mandato di arresto internazionale il 24 novembre scorso. Secondo la tv belga, Abrini sarebbe probabilmente l’uomo con il cappello dell’attentato all’aeroporto Zaventem di Bruxelles.

Abrini, 31 anni, era uno dei più ricercati d’Europa da quanto era stato filmato l’11 novembre 2015  due giorni prima degli attacchi a Parigi – assieme a Salah Abdeslam nella pompa di benzina a Ressons, sull’autostrada in direzione di Parigi. Abrini era al volante della Renault Clio usata negli attentati. Abdeslam è stato arrestato a Bruxelles due settimane fa, quattro giorni prima gli attacchi all’aeroporto e alla metro della città. I due erano amici di infanzia.