Tony Sperandeo, famoso attore siciliano, reduce dal successo con Incastrati, la serie Netflix di Ficarra e Picone, è stato ospite di Serena Bortone, conduttrice di Oggi è un altro giorno su Raiuno.

Sperandeo, 68 anni, nato a Palermo, è spesso associato dalla maggioranza del pubblico ai suoi ruoli mafiosi ma ci ha tenuto a sottolineare questo: “Ho interpretato anche il buono… Si ricordano solo le mie parte da cattivo, ho fatto La squadra… Ho fatto anche il prete in un film con Pieraccioni e in un altro con Marco Risi! Ormai ci sono abituato e non me la prendo, anche perché ormai non me lo dicono quasi più, ma prima ci rimanevo male…”.

Sperandeo, parlando della sua famiglia, ha raccontato: “Mia mamma ha 96 anni, ringrazio mia sorella gemella che vive la e se ne occupa, io vivo a Roma per questioni di lavoro. Mio padre è morto quando avevo 17 anni per tumore alla gola e mi sono messo a lavorare. Ho cominciato a fare l’apprendista commesso, poi il rappresentante e alla fine a vendere detersivi. Nel mentre ho iniziato a fare degli spettacoli a teatro, anche in America, e lasciavo alla vendita mia madre…”.

Tony Sperandeo, "faccia da cattivo" con il cuore d'oro

L’artista siciliano ha anche confessato quando ha smesso di fumare: “Ero un fumatore anche io… Sono arrivato a tre pacchetti di sigarette. Un giorno ero a casa e non sono riuscito a respirare per un minuto circa. Mi sono fatto il segno della croce e mi sono affidato a Dio, per fortuna poi il blocco si è come stappato. Dopo poco che ho ricominciato a respirare mi sono andato ad accendere una sigaretta, ma è stata l’ultima perché l’odore mi ha dato così fastidio che l’ho spenta e ora sono sette anni che non ne tocca una”.

Infine, il ricordo della moglie Rita Barbanera, che si è tolta la vita: “Succede, è successo e c’è stato anche un distacco, poi risolto, con i miei figli. Siamo contenti di trovarci e vederci, mi preoccupo per loro. Aveva una forte depressione, non siamo riusciti a controllare la situazione. Io lavoravo, partivo…. Ma parliamo di altre cose…”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

Articoli correlati