Ci sono anche 170 frammenti in ceramica di epoca greca rubati in Sicilia tra i reperti recuperati nell'ambito della maxi operazione "Pandora", coordinata dall'Interpol, contro il traffico di beni culturali. I frammenti sono stati sottratti nell'area delle Gole della Tardara, che si trovano tra i teritori di Sambuca di Sicilia e Sciacca (Agrigento). L'operazione internazionale è stata condotta dall'Interpol, in più Paesi, al dine di contrastare la commercializzazione di beni d'arte di provenienza illecita.

In totale sono 315 i controlli effettuati in aree di interesse archeologico e monumentale: 139 esercizi antiquariali, case d'asta, gallerie, restauratori e trasportatori verificati; 105 opere controllate in transito presso porti, aeroporti e aree doganali; 6 violazioni amministrative contestate; 175 persone identificate; 18 persone denunciate; 17 case d'asta on-line controllate e 3.886 beni nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti verificati, localizzando 19 opere su cui sono in corso indagini per il recupero; 249 beni culturali sequestrati per un valore di 334.200 euro.