Colpi di pistola contro la casa del rivale in amore. I carabinieri di Paternò hanno arrestato Giuseppe Reitano, 30 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari, su ordine del gip del tribunale di Catania. A ricostruire l'accaduto sono stati i militari del nucleo operativo, che ha individuato Reitano come autore dell'intimidazione.

Il 30enne deve rispondere delle accuse di detenzione e porto abusivo di armi, nonché di accensioni ed esplosioni pericolose. I militari hanno accertato che la sera del 19 dicembre ha esploso 4 colpi di pistola contro l'abitazione di un 45enne, convivente con la sua ex moglie. I carabinieri hanno rinvenuto sul posto 4 bossoli cal.9×19: sono subito partite le indagini e, attraverso alcune immagini registrate dalle telecamere di sicurezza, è stato così dato un volto al responsabile.