Lite culminata in tragedia ieri notte a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, dove un Pietrino Falzone, di 50 anni, ha ucciso con una coltellata il figlio Salvatore, di 24 anni. Il tutto è avvenuto nel quartiere dei Grandi Lavori: secondo le prime ricostruzioni, dietro l'omicidio ci sarebbe una furibonda lite, scoppiata per futili motivi.

A lanciare l'allarme, la madre, che ha allertato carabinieri e 118: il ragazzo è stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, ma è deceduto poco dopo, a causa di una coltellata al torace inferta dal padre. Fermato dalle forze dell'ordine, l'uomo si trova adesso piantonato nella caserma dei carabinieri e dovrà rispondere di omicidio volontario.

I rapporti tra padre e figlio erano molto problematici e di recente i carabinieri erano già intervenuti presso l'abitazione della famiglia di Porto Empedocle, per sedare una violenta lite, durante la quale il ragazzo aveva picchiato padre, madre e sorella. Adesso starà alle indagini, coordinate dal dal sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Alessandro Macaluso, fare ulteriore chiarezza.