Nella giornata di ieri, a Trapani, sono sbarcati 723 migranti, provenienti da Gambia, Eritrea, Senegal e da altri stati dell'Africa centrale.

Tra di loro un bambino che, nello stesso giorno dell'approdo in Sicilia, ha compiuto il suo primo anno di vita, e un ragazzo privo di una gamba.

Purtroppo, però, c'è da registrare anche la morte di un uomo (per cause naturali). 

Quattrocento migranti sono stati trasferiti all'hotspot di Trapani, in contrada Milo. Gli altri, invece, a bordo degli autobus, saranno trasferiti in altre regioni d'Italia.

I migranti sono stati soccorsi nel Canale di Sicilia da sei operazioni di salvataggio promosse dalla nave norvegese Siem Pilot.

Gli investigatori, infine, stanno ricercando gli scafisti.

W.G.