È scattato l'allarme legionella nel milanese: negli ultimi tre giorni sono morte tre persone, tutte per la stessa causa e nella stessa zona. Le vittime sono due anziani di 94 anni e una di 84 e i decessi sono avvenuti a Bresso (Milano), per complicanze sopraggiunge dopo aver contratto il batterio.

I casi di contagio accertati sono così saliti da 14 a 17. A confermare che si tratta di una situazione "complicata" e "critica" è stato l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera: è stata attivata una task-force che sta coordinando gli interventi e fornendo le informazioni ai cittadini.

La legionella è un batterio che, nella forma più pericolosa, può portare alla morte. I decessi, nel 90% dei casi di legionellosi, sono provocati dalla Legionella pneumophila. Per evitare il contagio è consigliabile pulire i filtri dei rubinetti, lasciare scorrere l'acqua del rubinetto e aprire le finestre dopo aver fatto docce calde.

Le persone affette da patologie croniche, come diabete, malattie polmonari croniche, cardiopatie o altre patologie che deprimono il sistema immunitario, devono prestare attenzione ad alcuni sintomi: all'insorgere di difficoltà respiratorie e febbre è opportuno che si rivolgano al proprio medico curante.