Fitto mistero sulla morte di Pamela Canzonieri, 39enne di Ragusa trovata morta tre giorni fa in Brasile, nel suo appartamento di Morro de Sao Paaulo. Qui lavorava come cameriera. Sul corpo della donna è stata eseguita l'autopsia, ma le autorità di polizia brasiliane non si sono pronunciate sull'esito dell'esame. Gli inquirenti italiani, non essendo titolari dell'indagine, non hanno contetta degli elementi a disposizione dei colleghi local: il Consolato italiano si starebbe occupando della vicenda. Sarebbe stata interrogata una donna (alcuni testimoni l'avrebbero vista litigare con la ragazza uccisa). 

La famiglia della ragazza ha scoperto tramite Facebook che la giovane donna era mnorta. I familiari di Pamela Canzonieri sostengono di sentirsi abbandonati dallo Stato:

«In un momento così triste e difficile che sta attraversando la mia famiglia – spiega la sorella della 39enne, Valeria Canzonieri – per la scomparsa di mia sorella, la nostra abitazione è invasa solo ed esclusivamente da giornalisti. Nulla da dire per chi lavora, ma chiediamo di rispettare il nostro silenzio dettato da un dolore incolmabile. Abbiamo ricevuto il cordoglio da tutto il mondo. Telefonate da più parti del globo ci hanno espresso la vicinanza di tanti per un dramma che ci ha colpito all'improvviso. Mi dispiace non aver ricevuto un attestato di vicinanza dallo Stato italiano. Mia sorella era un'italiana che lavorava all'estero. Ci saremmo aspettati una telefonata da un rappresentante dello Stato. Invece nulla. Neanche del nostro premier, Matteo Renzi che si dichiara vicino agli italiani. Caro Renzi la sensibilità di un politico ad alti livelli come è Lei, si vede anche dalla vicinanza che Lei offre a chi soffre e a chi è in difficoltà. Noi lo siamo. Ho una sorella in Brasile, e nessuno ci dice cosa dobbiamo fare per riportare il corpo di Pamela in Italia. Caro Renzi, la nostra è una famiglia per bene. Hanno provato ad infangare la memoria di Pamela, ma mia sorella era stimata da tutti, anche in Brasile dove lavorava onestamente. Un'altra italiana emigrata all'estero perchè in Italia non trovava lavoro».