CEFALU' (PALERMO) – Un olandese era in vacanza a Cefalù, ma doveva scontare una pena di tre mesi per traffico internazionale di stupefacenti. La polizia lo ha bloccato nel bed & breakfast nel quale soggiornava insieme alla fidanzata. Agli agenti è bastato incrociare i dati degli alloggiati forniti dalle strutture alberghiere per risalire al provvedimento di arresto. L’uomo è stato portato nel carcere di Termini Imerese in attesa dell’estradizione.

Le operazioni sono riconducibili alle attività di verifica su tutto il territorio nazionale effettuate dalla polizia in tema di prevenzione, attraverso i sistemi di controllo informatico degli ospiti delle strutture ricettive, allocati presso la centrale operativa.

Il territorio cefaludese, in questo primo scorcio di stagione estiva, registra infatti un notevole flusso di turisti, molti dei quali alloggiati in b&b; in questo modo aumenta esponenzialmente la possibilità che i sistemi di alert possano segnalare alla locale sala operativa situazioni e circostanze analoghe a quelle che hanno portato alla individuazione ed all’arresto odierno.