Ancora una volta i tour operator puntano sulla mafia per portare turisti in Sicilia. Stavolta, è il turno di un tour reclamizzato in Germania: nel suo inserto domenicale la Welt su un'intera pagina riporta il titolo "Reiseziel Mafia", meta del viaggio la patria del padrino.

Per illustrare l'articolo è stata scelta una foto in bianco e nero, vecchia di almeno mezzo secolo, nella quale si vede una 500 in curva e, sullo sfondo, Corleone, città che rappresenta nell'immaginario collettivo la "capitale" della mafia.

Il viaggio, otto giorni in bus, ha il titolo di  "Leggende e presente, o realtà, sulle tracce di Cosa Nostra", e mescola realtà e finzione. I visitatori seguono le tracce del Padrino di Coppola, senza dimenticare i luoghi del commissario Montalbano. Non si può certo dire che sia l'immagine della Sicilia che si vuole promuovere nel mondo.