Arrestati a Milano cinque palermitani uniti da legami di parentela ed amicizia, accusate di aver compiuto quattro rapine a Milano ed una a Torino. Gli agenti del commissariato "Mecenate" di Milano hanno curato l'operazione, denominata Tutto in famiglia, partita in seguito ad una rapina dello scorso 23 agosto, presso una filiale Unicredit. In seguito alle prime verifiche è risultato che i rapinatori sono legati da vincoli di parentela ed amicizia, e sfruttavano l'ospitalità di altri familiari per le trasferte nel Nord Italia: ad essere indagati sono un padre, un figlio, un cognato, un cugino ed un amico. Per le trasferte, tra l'altro, venivano effettuate delle vere e proprie raccolte di fondi tra parenti. Il cognato è l'unico incensurato del gruppo: R.M., dell'età di 24 anni, era incaricato di apporre il dito sullo strumento per l'apertura della porta delle banche, il "biodigit".