Ha ucciso la nonna perché era stanco di prendersi cura di lei. Il 30enne Brandon Smith è stato arrestato per omicidio premeditato di primo grado. La nonna, che aveva 81 anni, è stata trovata morta all'interno del loro appartamento.

Smith ha dichiato di sentirsi "Frustrato per essere l'unico della famiglia a occuparsi della nonna anziana che soffriva di demenza", stando al rapporto della polizia.

Il 30enne si sarebbe arrabbiato dopo che la donna ha urinato nei suoi vestiti: l'avrebbe portata in bagno per lavarla e qui avrebbe iniziato a schiaffeggiarla. L'anziana è svenuta nella vasca, quindi Smith ha afferrato un coltello ed è tornato in bagno, tagliandole la gola. 

Secondo quanto ha dichiarato, non voleva che la nonna "Vivesse in questo modo" e ha "Deciso di porre fine alla sua vita". Ad allertare le forze dell'ordine è stata la sorella del 30enne: quando gli agenti sono arrivati sul posto, ha spiegato che era stato il fratello. Lei stava dormendo, ma si era svegliata perché Brandona stava portando la nonna fuori dall'appartamento.