La polizia di Naples, Florida, ha arrestato Connie Serbu, ritenuta colpevole di aver ucciso un adolescende nel 2015, dopo aver scoperto che questi aveva violentato la figlia per ben due volte. Il delitto risale allo scorso anno, quando la donna ha avvicinato il 18enne Xavier Sierra per ucciderlo, poiché lo riteneva responsabile delle violenze subite dalla figlioletta di appena 6 anni.

La donna si sarebbe messa d'accordo con il fratello per uccidere il giovane. I due lo avrebbero affrontato prima di ucciderlo con sei colpi di pistola. Il delitto risale al 2016, ma solo qualche mese fa la donna avrebbe rivelato di aver organizzato tutto.

Lui ha violentato mia figlia. Lei mi ha raccontato tutto quello che è successo. Non importa chi ha sparato", ha detto Connie Serbu. Le prove finali contro la donna sono emerse dai messaggi telefonici scambiati con il fratello, in cui erano chiare le intenzioni assassine della coppia. Inoltre la polizia di Naples, avrebbe ottenuto alcune testimonianze di persone vicine alla donna, a cui avrebbe confessato di voler uccidere il 18enne Alex Sierra.