La scienza torna a confermare le virtù benefiche delle mele: mangiarne ogni giorno rallenta l'invecchiamento dei polmoni e aiuta addirittura a riparare i danni dovuti soprattutto al fumo. Per ottenere dei benefici, però, è necessario aumentare un po' le dosi consigliate dalle nonne: almeno 3 porzioni, che possono essere raggiunte anche con altra frutta o con 2 pomodori. È la conclusione di uno studio coordinato da Vanessa Garcia-Larsen della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, negli Usa, pubblicato sull''European Respiratory Journal'.

Sono stati coinvolti 680 europei, sottoposti a test respiratori per 10 anni (dal 2002 al 2012) dopo aver compilato all'inizio dello studio un questionario sulle abitudini alimentari. I ricercatori hanno tenuto conto anche di altri fattori come età, sesso, peso, situazione economica. I dati incrociati hanno infine indicato che l'invecchiamento dei polmoni, che comincia normalmente dopo i 30 anni, risultava più lento nelle persone che mangiavano quotidianamente frutta (mele in particolare) o pomodori freschi. Effetti che si sono dimostrati ancora più interessanti negli ex fumatori.

"Questo lavoro – spiega Garcia-Larsen – mette in evidenza l'importanza di fornire indicazioni alimentari alle persone che rischiano di sviluppare malattie polmonari. In particolare, dimostra che una dieta sana è importante anche nelle persone che hanno fumato".