La Sicilia continua a riscuotere successo anche oltreoceano, come dimostra un articolo pubblicato proprio oggi dal New York Times. Il pezzo è dedicato al Teatro Massimo di Palermo: l'autore ha ricostruito alcune fasi importanti della storia di questo storico edificio della città, analizzando poi il ruolo che ha rivestito e continua a rivestire e prendendolo come esempio della lotta alla mafia

"Il Teatro Massimo è teatro d'opera con una storia che pochi luoghi artistici possono eguagliare", si legge. Nella visione dell'autore del pezzo, Rod Nordland, il teatro è diventato un simbolo di rinascita, nonostante la sua storia sia stata molto travagliata. Chiuso a lungo tempo, infatti, ha ritrovato nuova vita con la riapertura alla fine degli anni Novanta. Il suo percorso l'ha portato, oggi, a essere una realtà più vivace che mai.

"Da nessuna parte l'opera simboleggia la sua città come il Teatro Massimo simboleggia Palermo", ha detto. "Covent Garden non è il simbolo di Londra, l'Opera di Parigi non è il simbolo di Parigi, il Met non rappresenta New York. Ma il nostro teatro d'opera non è solo il simbolo della rinascita della città, è un simbolo della fine del dominio della mafia ". Questo il commento, a conclusione dell'articolo, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando.