Scenario da incubo ieri a San Bernardino, California, dove quattordici persone dono state uccise e 17 sono rimaste ferite in quello che, ora dopo ora, sembra assumere sempre più i contorni di un attacco di natura terroristica. A pianificare il tutto sarebbe stata una coppia di origine araba: Syed Farook (28enne cittadino americano, musulmano) e Tashfeen Malik, sua moglie (27 anni). I due sono entrati in azione mentre in un centro per disabili era inb corso la festa di Natale: hanno sparato all'impazzata per 30 secondi, si sono fermati per ricaricare e hanno poi ricominciato a colpire. Tutto era stato pianificato nei dettagli. Sono fuggiti a bordo di un Suv nero, mentre sul posto la polizia e gli artificieri facevano brillare un pacco sospetto nell'edificio.

Gli agenti hanno ricevuto una segnalazione che li ha portati dove il Suv è stato avvistato: è iniziato un inseguimento, trasmesso anche in diretta. E' partito uno scontro a fuoco con la polizia e gli assassini si sono sbarazzati di diversi tubi esplosivi, lanciandoli dal finestrino. I killer sono stati uccisi. Sulla strage è intervenuto Obama: "Dobbiamo fare qualcosa perché eventi di questo tipo non accadano più, sevono maggiori controlli delle armi. Come sapete in America, in base alla legge antiterrorismo, abbiamo una 'No fly list', una lista di persone che non possono volare, prendere l'aereo. Bene, le stesse persone secondo la legge potrebbero entrare in un negozio e comprare armi. Ecco, questa è una legge che deve essere cambiata".