Il suo nome era Flavio Vargiu e quando è deceduto – presumibilmente nel 2008 – aveva 76 anni: è stato trovato mummificato nella giornata di ieri, nel suo appartamento, dagli ufficiali giudiziari. L'uomo non pagava da tempo i tributi e gli incaricati erano andati a pignorare i suoi mobili: non avendo avuto risposta, hanno sfondato la porta e in cucina hanno fatto la terribile scoperta. L'episodio è avvenuto a Genova.

Sul luogo sono intervenuti i carabinieri, che hanno trovato accanto alla salma un calendario di sette anni fa, con date e scadenze ferme al mese di febbraio. Nessuno dei vicini di casa (incluso l'amministratore di condominio che per mesi gli aveva inviato ingiunzioni e solleciti di pagamento) si era accorto della scomparsa dell'uomo e neanche i parenti avevano sospettato nulla.

Le nipoti, contattate dalle forze dell'ordine hanno dichiarato di averlo cercato un paio di volte e di non aver avuto risposta. I vicini hanno raccontato che era un uomo introverso e solitario, che non parlava mai: una volta avrebbe anche accennato alla possibilità di trasferirsi in una casa di riposo e proprio questa intenzione avrebbe portato i vicini a non preoccuparsi del suo lungo silenzio (inteso come un allontanamento dall'abitazione).