Serata movimentata martedì all'aeroporto Catullo di Verona, dopo un agente di polizia è stato aggredito da un 47enne siciliano, in partenza per Catania con un volo della compagnia Volotea. L'uomo, in stato di alterazione, ha prima manifestato grande insofferenza durante i controlli di sicurezza e, una volta che è stato avvicinato per essere indentificato, ha aggredito – sia verbalmente che fisicamente – l'agente, facendolo cadere a terra.

E' intervenuta anche una guardia, che è stata a sua volta aggredita dal passeggero: il 47enne ha sferrato calci e pugni ad entrambi, costringendoli a recarsi in ospedale per ricevere le cure dei sanitari a causa dei traumi riportati.

Dopo essere stato immobilizzato, l'uomo è stato arrestato in flagranza dei reati di minaccia, violenza e resistenza ai danni del personale della Polizia di Frontiera e ieri è stato giudicato con rito direttissimo presso il tribunale di Verona. A suo carico è stata emessa la misura dell'obbligo di dimora nel Comune di residenza fino alla prossima udienza, fissata al prossimo 16 febbraio.

Immagine di repertorio