eloroZona di produzione: parte del territorio dei comuni di Noto, Pachino, Portopalo di Capo Passero e Rosolini, in provincia di Siracusa e il comune di Ispica in provincia di Ragusa

Vitigni:
Eloro Doc Rosso e Rosato: uve Nero d’Avola, Pignatello, Frappato, congiuntamente o disgiuntamente in percentuale non inferiore al 90%.
Eloro Doc Pachino: almeno 80% da uve del vitigno Nero d’Avola e per il restante 20% da uve Frappato e/o Pignatello.
Eloro Doc Frappato e Nero d’Avola: almeno il 90% da uve degli omonimi vitigni.
Eloro Doc Pignatello: uve del corrispondente vitigno in misura non inferiore all’80%

Gradazione alcolica minima: Rosso 12 gradi. Rosato 11,5 gradi. Pachino 12,5 gradi

Tipologie: Rosso, Rosato, Frappato, Nero d’Avola, Pachino e Pignatello

Caratteristiche organolettiche:
Rosso: colore rosso rubino talvolta con riflessi violetti e granati e un profumo franco, robusto, leggermente etereo, sapore sapido, giustamente tannico con retrogusto notevolmente asciutto, amarognolo e leggermente fresco.
Eloro Doc Rosato: colore rosa grigio (occhio di pernice) piu' o meno intenso, con riflessi granati, profumo delicato, con aroma di frutta e sapore fruttato, caratteristico, vellutato, leggermente acidulo.
Eloro Doc Pachino: colore rosso rubino, granato intenso con riflessi rosso mattone dopo l’invecchiamento, profumo intenso, muschiato, generoso e sapore robusto, tannico, con retrogusto vellutato.

Abbinamenti:
Eloro Doc Rosso: secondi di carne e selvaggina.
Eloro Doc Rosato: primi piatti, carni bianche, frittate e torte di verdura.
Eloro Doc Pachino: secondi di carne importanti e cacciagione.

Riferimenti normativi: La Doc Eloro è stata riconosciuta con DM del 03.10.1994 pubblicato sulla GU dell’11.10.1994