RAGUSA – Continuano le indagini della squadra mobile di Ragusa e degli uomini del commissariato di Vittoria (Ragusa) dopo il ritrovamento in fondo a un pozzo del cadavere di Giovanni Giannì, 43 anni, scomparso domenica (leggi qui). La famiglia soprattutto continua a chiedersi cosa sia successo esattamente in contrada Alcerito, se l'uomo si è suicidato o se qualcuno lo ha ucciso e gettato nel pozzo.

Il sopralluogo della polizia è stato fatto in presenza dei familiari che ne avevano denunciato la scomparsa. Il corpo senza vita di Giannì è stato recuperato in un pozzo profondo circa 20 metri utilizzato per irrigare le serre insistenti in quella zona. I vigili del fuoco di Vittoria, insieme al nucleo sommozzatori di Catania, hanno recuperato non senza difficoltà il cadavere, così da permettere al medico legale di eseguire i primi accertamenti.