Di storie tristi ce ne sono parecchie da raccontare. Giorno dopo giorno la strage di Parigi fa emergere mondi difficili da risanare ed il tutto diventa sempre più irreale. Come la storia del nostro connazionale Filippo Salvioni, che ha perso la sua amata Michelli a Parigi in uno dei Bistrot teatro dell'orrore, Le Belle Equipe.

In un post su Facebook di ottobre, Filippo aveva scritto così:"Ha detto si!" allegando la foto di Michelli che lo bacia dopo la proposta di matrimonio. Felici ed innamorati, come tante altre coppie forti che niente e nessuno potrebbe mai potuto o dovuto spezzare…

Si erano conosciuti a Parigi, città dell'amore 

Lui, milanese, si era trasferito a Parigi dove faceva il musicista. Lei, messicana, viveva a Parigi da molti anni e lavorava presso Le Belle Equipe. Alle 21.40 di venerdì quando sono iniziati gli spari sulla terrazza dove lavorava Michelli, è iniziato il calvario per i parenti ed i cari della giovane messicana. 

Di lei, in un primo momento, si erano perse le tracce. In seguito si era appreso dai media che la giovane fosse fra i feriti. In fine, un cugino della ragazza, ha fatto sapere che fra le due vittime messicane delle stregi di Parigi, c'era anche lei, la bella Michelli.

 

Filippo la saluta così:


"Ti amo amore mio. Riposa in pace“