DAT Volidisicilia effettuerà i collegamenti verso Pantelleria e Lampedusa fino al 30 giugno del 2023. Via libera ufficiale da parte dell’Enac, che ha aggiudicato alla compagnia il bando da circa 8,5 milioni di euro per i voli finanziati da Stato e Regione che collegano gli aeroporti di Palermo, Trapani e Catania con quelli delle due isole minori.

Confermati i voli DAT per Lampedusa e Pantelleria

“Da oggi – annuncia la compagnia – i voli sono visibili e prenotabili dal 1° dicembre 2022 al 30 giugno 2023 sul sito della compagnia, e lo saranno anche nei principali sistemi di prenotazione a partire dai prossimi giorni. Le frequenze e gli orari dei collegamenti ricalcano quelli delle precedenti edizioni, con la grande novità, in prima assoluta, del collegamento invernale tra Pantelleria e Catania con frequenza bisettimanale ogni giovedì e domenica”.

“Inoltre, le tariffe previste su tutti i collegamenti, malgrado la congiuntura economica, risultano sostanzialmente più economiche rispetto a quelle precedenti”.  Dat Danish Air Transport che continuerà a gestire le tratte fino al 30 giugno del 2023, grazie all’assegnazione in procedura d’emergenza della continuità territoriale sulle Isole Minori della Sicilia nei collegamenti aerei da e per Lampedusa e Pantelleria.

Siamo molto lieti di questo risultato – commenta Luigi Vallero, direttore generale di DAT Volidisicilia – che sottolinea il forte legame sviluppatosi in oltre quattro anni e mezzo tra la nostra compagnia aerea e il territorio grazie a un’operatività affidabile, regolare e puntuale”.

“Il nostro impegno precedente, come previsto dall’estensione del bando di gara vinto nell’aprile del 2018, scade il prossimo 30 novembre e quindi finalmente si potranno pianificare i viaggi per le prossime settimane anche in previsioni delle prossime festività natalizie e di fine anno”.

“Le nuove tariffe proposte, come previsto dal bando, risulteranno mediamente più basse del 30 percento circa rispetto a quelle precedenti malgrado la complessa congiuntura internazionale che ha visto il rincaro generale dei beni e in particolare per quanto ci riguarda del carburante e delle parti di ricambio”.

“Vogliamo ora auspicare che a stretto giro venga definito il nuovo bando di gara valido da giugno 2023 per i prossimi tre anni per non penalizzare l’intera filiera turistica nella pianificazione e nella programmazione dell’alta stagione, elementi nel nostro settore di vitale importanza”.

Foto di Goldmund100 – Own work, CC BY-SA 3.0.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati