Morire per un selfie. È successo a un ragazzo di 13 anni, che ha perso la vita a Soverato (Catanzaro), investito da un treno che voleva mettere come sfondo per un autoscatto. Il giovane si trovava con due amici, rimasti illesi, ed è morto sul colpo: li hanno trovati a distanza di qualche ora i carabinieri, perché dopo aver visto l'amico morire, sono fuggiti.

I tredicenni stavano giovando nei pressi dei binari: a un certo punto hanno avvertito il rumore di un treno in arrivo hanno pensato di scattarsi un selfie con il convoglio sullo sfondo, il più vicino possibile a quei binari. Uno dei tre, però non è riuscito ad allontanarsi in tempo ed è stato investito in pieno. Mentre il macchinista bloccava il treno, i due amici sono fuggiti, temendo conseguenze per il loro gesto. La verità è venuta fuori quando i militari li hanno rintracciati.