Registrato un altro decesso per il West Nile, il virus del Nilo trasmesso da zanzare infette. L'ultimo aggiornamento del bollettino sulla sorveglianza delle abrbovirosi conferma 19 casi, cui si aggiunge il decesso di un 79enne della provincia di Verona. Due giorni fa era morto un 77enne a Ferrara: quest'ultimo era già un soggetto fragile, cui poi è stata diagnosticata un'encefalite da West Nile.

L'infezione da West Nile è asintomatica nella maggior parte dei casi, ma il 20% dei pazienti può essere colpito da febbre alta, mentre lo 0,1% ha una complicanza neurologica importante. Le manifestazioni iniziali sono subdole, con febbre sopra 39, mal di testa e stato confusionale o soporoso.

A portare il virus nel nostro Paese, dall'Africa, sono gli uccelli migratori, dalle gazze alle cornacche: al rientro in Italia sono portatori del patogeno per 6 mesi. Vengono punti dalla zanzara comune, che può trasmettere il West Nile all'uomo.