Lavare i denti è una delle operazioni che si odiano di più quando si è bambini. Quel semplice gesto, però, è più importante di quanto non si possa immaginare- e questo lo si apprende con il passare del tempo. Bisogna spazzolare nel modo giusto, utilizzare i prodotti adatti e fare anche attenzione alla frequenza ed ai momenti in cui li laviamo, perché alcune abitudini errate potrebbero influire sulla salute dei denti. 

Ecco gli errori più comuni che commettiamo quando laviamo i denti

  1. Scegliere uno spazzolino sbagliato – C'è un motivo se ne esistono così tanti in commercio. Bisogna evitare di prenderne uno troppo grande o con le setole che risultino troppo dure (che potrebbero danneggiare le gengive). A voi la scelta tra uno elettrico o manuale, ricordandosi che l'importante sono le setole.
  2. Lavare poco (o per poco tempo) – L'ideale è tre volte al giorno, ma già due vanno bene. E' necessario spazzolare per almeno due minuti.
  3. Lavare troppo spesso – Spazzolare troppo i denti, mettendo troppa forza, può rovinare lo smalto dei denti e danneggiare le gengive.
  4. Non spazzolare nel modo giusto – Lo spazzolino va tenuto con un angolatura di 45° rispetto alle gengive e  bisogna fare un movimento verticale. Bisogna spazzolare bene tutte gli angoli, anche quelli più nascosti, cercando di raggiungere proprio i punti più difficili.
  5. Spazzolare sempre nello stesso punto – La maggior parte di noi spazzola sempre partendo dallo stesso punto. L'ideale sarebbe cambiare "punto di partenza" per evitare di insistere sempre sulla stessa area.
  6. Scegliere il dentifricio sbagliato – E' necessario scegliere il dentifricio con cura. Quelli con effetto sbiancante o antitartaro spesso posso essere troppo aggressivi. 
  7. Ingerire cibi e bevande molto acide – energy drink, bibite gassate, alcuni dolci e anche il caffè contengono acidi che possono intaccare lo smalto. Quando si consumano, è meglio aspettare mezz'ora prima di lavare i denti, perché questo è il tempo che serve alla saliva per ripristinare lo smalto.
  8. Non pulire lo spazzolino – Bisognerebbe lavare sempre lo spazzolino, possibilmente con una sostanza disinfettante, senza chiuderlo quando è umido dentro un contenitore.
  9. Conservare lo spazzolino in modo sbagliato – Meglio tenere lo spazzolino in piedi ed evitare che tocchi quello degli altri abitanti della casa. Quando si viaggia, meglio utilizzare un contenitore che permetta all'aria di passare.
  10. Non cambiare abbastanza spesso lo spazzolino – L'ideale, sarebbe cambiarlo all'incirca ogni 3 mesi. Basta comunque guardare le setole: quando perdono la naturale flessibilità e iniziano a cadere, lo spazzolino va cambiato (anche perché le setole rovinate non puliscono i denti come dovrebbero).