Domenica prossima ricorrerà il 15esimo anniversario dell'attentato dell'11 settembre 2001, che cambiò il mondo, non soltanto New York e gli Stati Uniti. E nonostante sia passato molto tempo, le conseguenze di quella drammatica giornata colpiscono ancora la popolazione. Stando infatti al programma sanitario "World Trade Center for Disease Control and Prevention", sono oltre 5.400 le persone che si sono ammalate di cancro a causa delle polveri seguite al crollo delle Torri Gemelle. Di storie, in questo senso, purtroppo se ne scoprono tantissime scartabellando la stampa americana.

L'86% dei malati sono soccorritori e volontari, i primi a offrire aiuto in quel maledetto giorno. Nel 2014 i casi erano 1.822; in appena 2 anni, dunque, quel numero già drammatico è triplicato. E secondo gli esperti continuerà a crescere. Questi dati, peraltro, si riferiscono alle sole persone iscritte al programma federale: il totale dei malati di cancro, quindi, potrebbe essere ancora più alto.