Aveva cercato in tutti i modi di farlo smettere di giocare, dopo averlo visto per ore e ore incollato alla Playstation e, alla fine, non le è rimasto altro da fare che staccare la spina alla consolle. Il ragazzino, di 13 anni, era rimasto per 12 ore (dalle 9 del mattino alle 9 di sera) incollato allo schermo e ha reagito al gesto della madre chiudendosi in bagno a chiave, senza dire una parola. La madre, preoccupata, ha quindi chiesto aiuto al 112 e solo gli agenti hanno convinto il ragazzino a uscire. 

L'episodio è accaduto venerdì, a Milano, ma la notizia si è rapidamente diffusa in tutta Italia. Il 13enne era rimasto a casa da scuola, forse per un leggero malanno, e ha trascorso tutto il giorno – staccando solo per pausa pranzo e merenda – a giocare alla Playstation. Arrivati a sera, la madre ha definitivamente perso la pazienza e ha staccato la spina. La reazione del figlio è stata drastica: si è barricato in bagno, nel silezio più assoluto. Preoccupata, la donna ha retto per pochi minuti, quindi ha chiamato le forze dell'ordine, che hanno prima fatto parlare e poi uscire il tredicenne.