blue-39105_640Pronti 50 milioni per le piccole e medie imprese. È un’iniziativa Jeremie Sicilia Pmi, resa possibile dall’intervento di UniCredit e dal Fondo Sociale Europeo.

Sul sito dell’istituto di credito è già pronto il bando: UniCredit fornisce così tutte le informazioni necessarie per gli imprenditori che vogliano entrare a far parte del progetto Jeremie Sicilia Pmi, che mette a disposizione ben 50 milioni di euro per lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese della Sicilia. Un progetto messo appunto anche grazie all’accordo stretto con il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI).

Insieme alla collaborazione con la Regione Sicilia, e dunque in particolare con i Fondi Europei volti allo sviluppo, forniti entro un massimo di 22,8 milioni di euro, insieme ai fondi messi a disposizione da UniCredit per il progetto, si arriva ad un massimo di ulteriori 27,9 milioni di euro; grazie a queste cifre, sarà dunque possibile, per tutte le Pmi siciliane che faranno richiesta, usufruire di prestiti agevolati fino a 50 milioni di euro.

L’obiettivo è quello di promuovere lo sviluppo imprenditoriale siciliano; sia delle aziende commerciali, che industriali, che artigianali che di servizi, che rispondano alle caratteristiche presenti nell’avviso pubblico messo a disposizione da UniCredit sul suo sito internet ufficiale. Possono aderire al progetto, anche i consorzi e le cooperative di imprese che abbiano sede legale e produttiva nella Regione Sicilia, per tutta la durata del finanziamento.

I finanziamenti saranno erogati sia per sostenere la produzione che l’acquisto di beni materiali e immateriali, e saranno rivolti anche alle operazioni volte ad aumentare il capitale circolante all’interno dello stabilimento, e per il rafforzamento o l’espansione delle attività aziendali, anche attraverso l’attivazione di nuove linee produttive o nuovi settori industriali e commerciali.

Una larga fetta del tessuto finanziario siciliano sta dunque per ricevere una importante fonte di guadagno, proprio da una delle banche più conosciute e note al mondo, nonché uno dei gruppi più estesi e solidi in Europa.
Sempre sul sito della compagnia, è esposto il Foglio Informativo con la lista delle caratteristiche necessarie agli imprenditori per partecipare all’iniziativa, unita a quella per la documentazione necessaria alla presentazione della domanda. Il prestito agevolato di UniCredit, del FEI e della Regione Siciliana, funziona come una sorta di mutuo, regolato in parte a tasso variabile Euribor (per il 55% della somma, fornita da UniCredit), e in parte fornito dalla Banca del FEI con rimborso della sola quota capitale.

Autore | Enrica Bartalotta