01Dopo i bandi messi a disposizione dello Stato la settimana scorsa, per le iscrizioni all’Arma dei Carabinieri e per entrare nelle Forze Armate, Garanzia Giovani offre 7.500 posti nel Servizio Civile.

Saranno più di 7.000 i posti messi a disposizione dal Dipartimento Gioventù e Servizio civile nazionale, per ben 11 regioni d’Italia. Al momento il bando non è ancora online ma si attende a breve; controllate il sito ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per sapere come partecipare e quali sono le caratteristiche. Il 15 ottobre sono stati messi a disposizione più di 1.300 posti da essere selezionati in oltre 15.000 volontari sparsi in tutta Italia.

Molte le mansioni e le aziende o enti coinvolti: si va dai servizi di assistenza sostenuti dall’A.N.C.I. o dai singoli Comuni interessati, alla formazione e alla promozione culturale; fino alla valorizzazione del patrimonio artistico, della salvaguardia dell’ambiente e al sostegno ai bisognosi. Caratteristica fondamentale è l’aver compiuto 18 anni, e non aver superato i 28; è inoltre necessario avere una fedina penale impeccabile e la cittadinanza italiana.

Consultando il sito della Presidenza del Consiglio è possibile venire a conoscenza delle documentazioni necessarie da inviare per la presentazione della domanda, e inoltre conoscere quali siano gli eventuali, ulteriori requisiti necessari, richiesti dal progetto o dall’ente coinvolto. È sempre sul sito infatti, che i cittadini interessati possono compiere la propria scelta, selezionando la regione, il progetto, l’ente e anche il Comune per cui sarebbero interessati a prestare il servizio civile, e a loro presentare direttamente la domanda di adesione.

Il Servizio Civile Nazionale è utile per tutti i giovanissimi che stiano attendendo un colloquio di lavoro, o che abbiano appena perso un’opportunità lavorativa. Alla fine del percorso, l’ente di riferimento per cui si è lavorato, rilascerà inoltre un certificato che potrà essere utilizzato per arricchire il proprio curriculum.

La Sicilia è una delle regioni più coinvolte nel Servizio, e una delle ultime ad essere interessata dall’avvio dei bandi, secondo quanto dichiarato da Dario Cartabellotta, dirigente generale del dipartimento Lavoro della Regione.
Istituito con la legge n° 64 del 6 marzo 2001, il Servizio Civile Nazionale è un’opportunità non soltanto per i giovani ma anche per gli enti partecipanti.

Obiettivo? Quello di valorizzare il territorio e di portare alla promozione dei valori comuni; tutte attività volte alla coesione sociale, allo sviluppo, al sostegno e alla formazione di tutte le parti coinvolte. Un gesto nobile dunque, per se stessi e anche per il proprio Paese; per le aziende per cui si è interessati, ma anche per la propria regione, il proprio comune, la propria terra.

 Autore | Enrica Bartalotta