PALERMO – Sette bambini tra i 5 e i 7 anni la notte scorsa sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale dei Bambini e dell'ospedale Cervello accusando vomito, febbre e diarrea. Tutti erano stati all'Acquapark di Monreale. Nessuno di loro avrebbe mangiato al punto ristoro. I piccoli pazienti sono stati tenuti in osservazione e oltre alla terapia di cura sono stati eseguiti gli esami per accertare la natura del malessere. Gli esiti si conosceranno gli esiti tra qualche giorno.

I bambini, che per fortuna adesso stanno bene, non facevano parte dello stesso gruppo e non hanno mangiato insieme. Una bimba è stata dimessa ed entro stasera potrebbe non essere più necessario il ricovero anche per gli altri.

"Da 25 anni curiamo questo parco. Le nostre acque sono sempre trattate con il cloro secondo parametri di legge. Non comprendiamo cosa sia successo. Ci sono delle centraline che automaticamente leggono i valori e pompano cloro in base all'esigenza. Abbiamo fatto nuove verifiche e tutto è assolutamente nella norma", dice a "LiveSicilia" Giuseppe Curcio, uno dei responsabili tecnici dell'Acquapark

"Le mamme non si sono rivolte a noi, ma abbiamo comunque eseguito nuovi controlli. Siamo molto dispiaciuti per quanto successo, ma assicuriamo uno stretto monitoraggio quotidiano dell'acqua delle nostre piscine. Il ph è controllato costantemente e utilizziamo prodotti di prima qualità che richiedono anche un importante investimento economico", spiega poi Lorenzo Intravaia dell'Acquapark.