La polizia ha sorpreso e bloccato ad Acireale tre giovani nomadi che si aggiravano per le vie del centro alla ricerca di appartamenti da svaligiare. Nonostante le nomadi avessero adottato un comportamento distinto e cercassero di non dare nell'occhio, sono state colte dagli agenti mentre uscivano dal portone di uno stabile di via Piemonte, dove non avevano motivo di trovarsi.

I sospetti dei poliziotti sono stati confermati quando, grazie ad alcuni accertamenti, è emerso che sono domiciliate presso il campo Rom di Catania: in seguito a perquisizione personale, presso gli uffici del commissariato, è stato scoperto che una di loro nascondeva, ben occultato nella biancheria intima, uno stumento di effrazione che disinnesca il congegno di apertura delle porte delle abitazioni.

Due delle donne sono state denunciate alla Procura della Repubblica, una per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, l'altra per inosservanza di un provvedimento della Questura (le era stato intimato di lasciare il nostro Paese). Alle tre, tutte con precedenti penali specifici, è stato notificato il foglio di via obbligatorio.